Austria Destinazioni Stili di viaggio Urban Explorer

Cosa vedere a Vienna in un weekend. Il nostro itinerario di 2 giorni

vienna

Vienna, come tutte le capitali europee, ha moltissime attrazioni. Per vederle tutte ci vorrebbero almeno 5 giorni pieni, ma ciò non vuol dire che in un weekend non si riesca a visitare gran parte o tutta la città. Viaggiando abbiamo capito che non importa quanti giorni si possano avere a disposizione per visitare uno stato o una città, l’importante è come si affrontano. Noi cerchiamo sempre di viverli a pieno, con curiosità, lasciandoci guidare dalla curiosità e così abbiamo fatto per questo weekend a Vienna.

Il nostro weekend a Vienna è stato molto intenso, abbiamo avuto a disposizione due giorni pieni. Siamo partiti il venerdì sera e siamo tornati la domenica sera.

Come in ogni nostro viaggio, il sabato ha piovuto fino alle 17 del pomeriggio, ma non ci siamo fatti scoraggiare. Copri passeggino e kway ed eravamo già in cammino.

Itinerario di due giorni a Vienna

Grazie alla Vienna City Card abbiamo ridotto i tempi di trasporto e siamo riusciti a vedere e a fare tutto ciò che volevamo, senza togliere del tempo alle nostre lunghe camminate.

Giorno 1 – Vienna imperiale

Stephansplatz, il centro

Il primo giorno l’abbiamo dedicato al centro città. Abbiamo iniziato la visita partendo dalla Stephansplatz, la piazza principale della città. Al centro il bellissimo duomo, Stephansdom, dallo stile gotico. É uno di quelli edifici che ti fermeresti a guardarlo per ore, oltre ai dettagli, il tetto molto particolare che ci ha ricordato quello di St. Mark a Zagabria. Intorno alla Stephansplatz una serie di vie adornate da palazzi imperiali e maestosi, e moltissimi, negozi.

Stephansdom
Stephansdom
Photo credit: Eli and Fabi

La residenza imperiale: Hofburg

Da Stephansplatz proseguiamo verso il palazzo imperiale di Hofburg passando davanti alla maestosa biblioteca nazionale. L’ingresso del castello di Hofburg ha una cupola verde e decori dorati adornano la facciata bianca. Questo palazzo (castello) é stato per molti secoli residenza imperiale. Hofburg, insieme al castello di Schönbrunn, sono famose per e sere state le “abitazioni” della principessa Sissi. Varcato l’ingresso del palazzo, si trovano diverse entrate per visitare le stanze reali e altri musei correlati.

Hofburg Vienna – uno dei castelli di Sissi
Photo credit: Eli and Fabi

Il Museumsquartier di Vienna

Un ponte che collega la Vienna imperiale a quella moderna è il Museumsquartier. Un insieme di musei circondati da parchi e spazi verdi. Un’area moderna, o meglio rimodernata per valorizzare i musei della città. D’impatto sono i due edifici simmetrici che ospitano il museo di Storia e scienze naturali e quello di storia dell’arte nella Maria Theresien Platz.

Il parlamento di Vienna

Percorrendo il viale alberato di Burgring, accanto al Museumsquartier, si arriva al parlamemento. Nonostante quando ci siamo stati noi fosse chiuso per restauro, siamo riusciti a vederlo grazie ad una piccola installazione museale che racconta il progetto che lo coinvolge. Grazie a questo piccolo edificio temporaneo (ad accesso gratuito) abbiamo potuto osservare la facciata del parlamento. A pochi metri di distanza dal parlamento, il comune, Rathaus, con un bellissimo parco. Di fronte al comune uno dei numerosi teatri di Vienna. Sulla facciata sono riportati i nomi di alcuni autori teatrali del passato.

Il Dorotheum, una delle più antiche case d’aste

Dopo un pranzo da Wrenkh, ci siamo recati al Dorotheum, una delle più antiche case d’aste al mondo, un museo del design. Ancora oggi si svolgono aste al suo interno. È possibile visitare le sale con gli oggetti all’asta gratuitamente. Consigliamo di visitarlo per la bellezza del palazzo d’epoca che lo ospita e per vedere una Vienna un po’ diversa. A pochi passi dalla casa d’aste, si trova la casa di Mozart. Trovarla non è stato molto semplice, è possibile visitare l’interno degli appartamenti.

Il Belvedere ospita il famoso “Bacio” di Klimt

Lasciamo il centro per dirigerci verso il Belvedere. Il Belvedere ha una struttura architettonica simile a Hofburg (come ad esempio la cupola verde), in stile barocco austriaco. Questo palazzo ospita una delle opere più importanti di Klimt, “Il bacio”. Il Belvedere é composto dal Belvedere superiore e dal Belvedere inferiore, al fondo dei giardini. I giardini del palazzo sono adornato da statue e curati in ogni dettaglio.

Belvedere
Belvedere
Photo credit: Eli and Fabi

Karlsplatz

Lasciato il Belvedere, raggiungiamo con la metropolitana Karlsplatz, che con la sua bellissima chiesa era una delle cose che volevamo vedere a Vienna. Abbiamo visitato la chiesa al tramonto, quando aveva appena smesso di piovere, con la luce del sole e le campane che suonavano è stato un bellissimo momento, potremmo definirlo quasi un “gold hour”. Dopo aver cenato da Glacis Bleisl rientriamo in hotel.

Karlkirche
Karlkirche
Photo Credit: Eli and Fabi

Giorno 2 – I parchi di Vienna

Il complesso di Schönbrunn

Dopo un’abbondante colazione ci siamo diretti verso il castello di Schönbrunn, dove abbiamo trascorso tutta la mattinata. Per visitare tutto il complesso di Schönbrunn (castello, museo dei bambini, giardini, zoo, labirinto e Gloriette) ci vorrebbe almeno un giorno di tempo. Avendo a disposizione solo mezza giornata, decidiamo di visitare l’esterno del castello e della Gloriette, parte dei giardini e lo zoo.

Schönbrunn
Schönbrunn
Photo credit: Eli and Fabi

Varcato il cancello del castello, ci é sembrato di entrare a Versailles, siamo stati catapultati indietro nel tempo anche perché ad accoglierci abbiamo trovato una sfilata di dame e cavalieri con abiti d’epoca. Il castello di Schönbrunn è immenso, la facciata é di colore giallo, senza dettagli sfarzosi. I giardini ricordano molto quelli del Belvedere, sono molto simili, anche se leggermente più grandi. Lo zoo si trova all’altezza della grande fontana. L’ingresso è a pagamento, anche se vi sono dei biglietti cumulativi con le altre attrazioni che vi permettono di risparmiare un po’. Lo zoo ha moltissimi animali di molte specie ed è perfetto per i più piccoli. All’interno dello zoo c’è una terrazza panoramica dove poter ammirare tutta la città dall’alto.

Terrazza panoramica su Vienna
Terrazza panoramica su Vienna dallo zoo
Photo credit: Eli and Fabi

Il Prater di Vienna

Per l’ora di pranzo ci rechiamo al Prater dove gustiamo un buonissimo Wurst. Il Prater é un parco cittadino che ospita un luna park fisso tutto l’anno. Ci sono giostre per bambini di tutte le età, tutte a pagamento. È uno spazio molto carino per far divertire i bambini.

Prater
Giostra del Prater
Photo credit: Eli and Fabi

Noi ci abbiamo trascorso qualche ora, dopo di che abbiamo fatto un salto lungo le rive del Danubio e poi abbiamo fatto una passeggiata tra le vie del centro ammirando i numerosi palazzi lasciandoci ispirare dalla curiosità.

Centro di Vienna
Centro di Vienna
Photo credit: Eli and Fabi

Tips:

  • Se volete visitare l’interno di Hofburg, vi consigliamo di andare presto perché la coda alla cassa è lunga.
  • Il centro è facilmente visitabile a piedi, se siete stanchi potete utilizzare le metro ben collegate.
  • Dedicate un po’ di tempo alla scoperta delle vie del centro, troverete dei bellissimi scorci.
  • Quando visitare Vienna? Vienna è adatta a tutte le stagioni: a fine estate e in autunno si iniziano ad ammirare i colori del foliage, sotto le festività natalizie si possono visitare i mercatini di Natale e se si vuole trascorrere un capodanno imperiale, è decisamente la città giusta e si trovano anche ottime offerte di voli.

#owtravellers #admomondo

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial