Destinazioni Italia Stili di viaggio Urban Explorer Viaggi in Roulotte Viaggi On the Road

Matera in un giorno: itinerario alla scoperta dei Sassi

Vista sui Sassi di Matera

Matera, la città dei Sassi, città che abbiamo sognato di vedere da anni, da quando Mel Gibson ha girato il film “La Passione di Cristo”. La curiosità di vedere se i luoghi erano come quelli presentati nel film, se davvero Matera e la Terra Santa hanno qualcosa in comune, hanno ispirato il nostro viaggio. Un sogno diventato realtà, durante il nostro on the road tra Basilicata e Puglia, siamo finalmente riusciti a visitare Matera.

Matera capitale europea della cultura 2019

Da qualche anno Matera ha iniziato ad affascinare sempre più turisti provenienti da tutto il mondo. Matera ha attirato l’attenzione anche al regista del prossimo film della saga 007, tanto che ha scelto proprio la città della Basilicata come set (abbiamo visto l’allestimento del set). Anno importante per la città, nel 2019 gli è stato attribuito il titolo di “Capitale europea della Cultura”. Per comprenderne il suo fascino e la sua particolarità basta poco. Noi l’abbiamo visitata in un giorno, cercando di coprire tutti gli itinerari proposti e non tralasciando nessun angolino.

Opere di Dalì tra le vie di Matera
Photo credit: Eli and Fabi

Dove iniziare la visita di Matera

I Sassi di Matera si trovano inglobati nella città moderna, dove non è semplice trovare parcheggio. Noi vi consigliamo di iniziare la vostra visita partendo dal belvedere nel parco della Murgia Materana. Da qui potrete iniziare ad addentrarvi nella storia della città ed ammirarla da una prospettiva più completa, dalla parte del canyon della Gravina, circondato da chiese rupestri.

Dopo la visita al belvedere, potete tornare in centro e seguire le indicazioni dei vari parcheggi, oppure lasciare la macchina al centro visite Jazzo Gattini (non è un parcheggio pubblico e si trova all’interno del parco naturale) e prendere il bus-navetta che vi lascia in centro in piazza Matteotti. Da lì potete iniziare la vostra visita a piedi da veri “Urban Explorer”.

Itinerario un giorno a Matera

La nostra visita ai Sassi inizia da Piazza Vittorio Veneto, dove si affaccia la chiesa e il convento di Santa Lucia. Decidiamo di non limitarci a seguire uno solo degli itinerari segnalati sulla mappa che ci è stata consegnata al Centro Visite Jazzo Gattini, ma vogliamo seguirli tutti per non perderci nulla di questa bellissima città.

A rendere ancora più magica la nostra visita di Matera, sono le opere di Salvador Dalì. In questo periodo le sue opere d’arte sono esposte tra le vie della città, un motivo in più per perdersi tra i dedali della città.

Il belvedere sui Sassi

Prima di addentrarci nella città, ammiriamo la vista sui Sassi dal Belvedere situata sotto i portici accanto a piazza Vittorio Veneto, dove si trova il Cine teatro Comunale. Una piccola terrazza da cui si ha una bella visuale dei Sassi fino a vedere la torre del Duomo.

Chiesa di San Francesco d’Assisi

Chiesa San Francesco D’Assisi
Photo credit: Eli and Fabi

Proseguiamo la nostra passeggiata percorrendo via del Corso fino a raggiungere la bellissima chiesa di San Francesco d’Assisi, in fondo la piazza si può ammirare la sua facciata. Proseguiamo la passeggiata verso via Domenico Ridola.

Palazzo Lanfranchi – Chiesa del Carmine

Una via molto carina, costeggiata dalla facciata del museo archeologico nazionale “Domenico Ridola”, fino ad arrivare alla Chiesa del Carmine. All’angolo della chiesa, si trova un’altra bella terrazza sui Sassi, un punto panoramico per immortalare l’altro lato della città.

Vista sui Sassi di Matera
Photo credit: Eli and Fabi

Rione Casalnuovo

Tra le strade di Matera
Photo credit: Eli and Fabi

Proseguiamo in direzione Rione Casalnuovo, qui iniziamo ad addentrarci nei sassi, perdendoci tra alcune vie caratterizzate da case bianche più moderne (quasi tutte case vacanza, bed and breakfast), fino ad arrivare nella zona archeologica a Sasso Caveoso. Qui si può vedere l’altra prospettiva del belvedere che si ammira dal Parco della Murgia.

Casa grotta di Vico Solitario

Arriviamo alla Casa Grotta di Vico Solitario, è possibile visitare l’interno di questa casa nei Sassi, ancora arredata (L’ingresso costa 2€ e include la visita guidata). Questa casa, come le altre nella zona, sono state abitate fino agli anni ’50/60′, fino a quando nel 1952, De Gasperi fece la legge sullo “sfollamento dei sassi”. Questa legge impose agli abitanti della città di abbandonare le loro case per trasferirsi nei nuovi rioni, da qui il risanamento di Sasso Caveoso e Sasso Barisiano. I Sassi furono svutotati, lasciando così una città fantasma. Nel 1993 la città entrò a far parte del patrimonio dell’UNESCO e questo diede una forte accelerazione al risanamento.

Com’era la vita nella casa grotta?

Angolo cottura Casa Grotta Vico Solitario
Photo credit: Eli and Fabi

Grazie alla visita della Casa Grotta di Vico Solitario, abbiamo potuto comprendere e immaginare com’era la vita all’interno. La casa era piccola, composta da un’unica stanza enorme dove c’era un piccolo angolo cottura, un tavolo, un angolo adibito a bagno, un letto matrimoniale che veniva spesso utilizzato per tutti i componenti della famiglia, un mobile/contenitore che si poteva trasformare in un letto aggiuntivo, una stanza adibita alla refrigerazione e un angolo dove si teneva il cavallo.

Piazza San Pietro Caveoso

Dalla Casa Grotta di Vico Solitario percorriamo la via che costeggia la vista sul canyon della Gravina, fino a raggiungere Piazza San Pietro Caveoso per visitare la chiesa, proseguiamo lungo questa via, passando davanti a Casa Ortega.

Monastero di Sant’Agostino

Uno dei punti panoramici di Matera, secondo noi, è proprio al Monastero di Sant’Agostino. Da qui si può ammirare la città, il Duomo e il canyon, un vero spettacolo.

Vista sui Sassi dal Monastero di Sant’Agostino
Photo credit: Eli and Fabi

Sasso Barisano

Dal Monastero di Sant’Agostino scendiamo verso il quartiere di Sasso Barisano, passiamo in alcune vie in mezzo ai Sassi, fino ad arrivare alla chiesa di Sant’Antonio Abate. Qui è possibile assistere ad uno spettacolo di musica folk, dove il protagonista è il “Cupa Cupa”, uno strumento tipico di queste zone.

Duomo di Matera

Proseguiamo verso Casa Grotta di Via Fiorentini e ci “arrampichiamo” sui gradini che portano al Duomo della città.

Rione Vetera – Matera
Photo credit: Eli and Fabi

La vista dalla piazza del Duomo è molto bella e ripaga la fatica dei gradini.

Da qui prendiamo per via duomo, visitando il complesso rupestre di San Giorgio al Paradiso, facciamo una deviazione in Piazza Sedile, luogo carino ricco di bar e gelaterie, per una sosta.

Il Castello Tramontano

Concludiamo il nostro itinerario tornando in Piazza Vittorio Veneto. Da lì seguiamo via La Vista per raggiungere il Castello Tramontano.

Tips:

  • Cercate di dedicare almeno una giornata intera per la visita della città.
  • La città è visitabile con il passeggino, ma ci sono tantissimi scalini, allenatevi per alzarlo più volte.
  • Dal Belvedere della piazza del Cine teatro comunale partono le visite guidate alla città sotterranea, vi consigliamo di prenotare la visita qualche ora prima.
  • Assaggiate il famoso pane di Matera, molto morbido e buono.
  • Per chi non ama camminare, è possibile visitare la città con un tour guidato in tuk tuk. Gli uffici si trovano in piazza Vittorio Veneto.

#admomondo #owtravelers

Post in collaborazione con Momondo

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial