Come intrattenere i bambini in viaggio

I lunghi viaggi mettono a dura prova i viaggiatori grandi e piccini. I bambini, anche se sono abituati a viaggiare, dopo 2 o 3 ore iniziano ad annoiarsi, quindi come fare per intrattenerli e ridurre la noia durante i viaggi?

Photo credit: Eli and Fabi

Quando partire

Per facilitare il viaggio ai bambini, bisogna cercare di viaggiare, se possibile, negli orari meno impegnativi. Meglio viaggiare di notte o durante le ore di riposo, così il bambino passerà parte del viaggio a dormire e non si accorgerà delle ore passate in auto, treno, pullman o aereo. Se non potete viaggiare in questi orari è bene cercare di viaggiare includendo l’ora di un pasto, in modo che il bambino sia occupato per un po’ di tempo a mangiare e non si annoierà troppo facilmente perché il viaggio sarà spezzato in 2 o più parti.

Il mezzo di trasporto

A seconda del mezzo di trasporto si possono fare più o meno attività. Bisogna tenere conto della durata del viaggio, dei possibili imprevisti e della durata.

Come intrattenere i bambini in auto

La situazione più comune è il viaggio in macchina. A prescindere dal fatto che vostro/a figlio/a sia abituato a viaggiare anche per ore (come Little Girl), ad un certo punto tutti i bambini si annoiano. Purtroppo il limite dell’auto è che i bambini devono stare seduti al proprio seggiolino/sedile con la cintura, limitando quindi la mobilità. Se dovete intraprendere un viaggio in macchina di molte ore cercate di fermarvi per delle pause per far camminare e svagare all’aria aperta il vostro bambino. I bambini da 0 a circa 12 mesi non hanno bisogno di molti intrattenimenti a livello di giocattoli e attività, ma hanno necessità di fare dei giochi passatempi come ad esempio i loro pupazzi preferiti. I bambini piccoli dormono la maggior parte del tempo. Dai 13 mesi in poi hanno sempre più bisogno di giocattoli. Prima di partire fate scegliere al vostro bambino i giocattoli che vuole portare. Man mano che i bambini crescono, verso i 2 anni, sono molto carine le lavagnetta magnetiche per disegnare senza avere tanti pennarelli, dei libri interattivi con la musica, libri con parti tattili e libri che hanno parti da scoprire. Molte persone sono contro la tecnologia, ma nei viaggi molto lunghi potete appendere il tablet (in commercio ci sono molti oggetti per attaccare il tablet al sedile) al sedile davanti a quello del bambino e fargli vedere qualche episodio del suo cartone animato preferito. Se non volete acquistare o non avete un tablet per bambini, potete scaricare le numerose applicazioni “modalità bambino” e “You Tube kids”. Con queste applicazioni anche i bambini più piccoli non potranno uscire dal queste App e avranno molti passatempi. Esistono alcune app che forniscono dei disegni da colorare in modo elettronico.

Come intrattenere i bambini in pullman e in treno

Se viaggiamo soli in auto con il nostro bambino non sarà facile interagire e giocare con lui, mentre in pullman e in treno, non dovendo guidare è più semplice. Oltre ai giochi scelti e portati dal bambino, si può osservare il paesaggio dal finestrino, contare le case, guardare i colori. Con questi mezzi di trasporto la nostra fantasia per i giochi si può sbizzarrire. Qui si può liberamente colorare e disegnare poiché nei viaggi la lunga percorrenza, sia i treni che i pullman hanno quasi tutti un tavolino. Se manca il tavolino ci possiamo arrangiare con uno zainetto o un libro. In treno poi i bambini possono camminare un po’ nel corridoio evitando di stare fermi e seduti per ore.

Come intrattenere i bambini in aereo

L’aereo forse può sembrare il mezzo più difficoltoso come la macchina, in realtà, per i viaggi a lungo raggio, alle famiglie con bambini piccoli di solito vengono riservati i posti con più spazio in modo che il bambino possa giocare e camminare liberamente. A volte, se l’aereo non è affollato, è possibile chiedere una fila tutta per voi. Le grandi compagnie sono ben attrezzate per ospitare i viaggiatori più piccoli. La Emirates, ad esempio, regala una copertina peluches, una lavagnetta magnetica per colorare o matite e libro e per i neonati viene consegnata una bustina con delle salviette, la cremina, un fasciatoio usa e getta, un bavagliolo usa e getta, un cucchiaino e una borsa per buttare il pannolino. Oltre ai giochi, le hostess della Emirates fanno alle famiglie una foto ricordo con la polaroid e la regalano ai bambini. I più piccoli così si sentono subito a proprio agio. Sugli aerei dei viaggi a lunga percorrenza si ha la possibilità di vedere un cartone animato dal computerino. Potete far portare ai bambini la loro borsa dei giochi, includendo anche dei libri e dei pupazzi.

Per quanto riguarda i voli a corto raggio i bambini hanno meno possibilità di correre e camminare lungo il corridoio, ma potete intrattenerli con dei loro giochi, libri e colori.

Cosa non dimenticare prima di partire

Photo credit:
Stil on unsplash

Per evitare di far pesare il viaggio al vostro bambino, ricordatevi di portare una borsa con alcuni giocattoli di vario tipo (peluches, bambole, macchinine, libri, colori ecc.), e una piccola borsa con dell’acqua, bibite e snack. Anche gli snack possono essere un buon strumento per alleggerire le ore di viaggio.

Ora non vi resta che partire e restare i nostri consigli.

“Con questo articolo partecipo al concorso #unblogalmese del mese di marzo 2019 indetto dal blog Trippando

Please follow and like us:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *