Diario di viaggio – Hong Kong Giorno 2: 10000 Buddha Monastery e Tsim Sha Tsui

Secondo giorno del nostro viaggio ad Hong Kong. Il fuso orario ormai è stato smaltito e ci dirigiamo alla scoperta della parte nord nei New Territories, in particolare vogliamo andare a visitare il Monastero dei 10000 Buddha.
Iniziamo la nostra camminata verso Mong Kok, la mattina è totalmente diversa dalla sera: al posto delle bancarelle si trovano macchine, motorini e camion che scaricano scatoloni all’interno dei negozi-garage (sì, i negozi sono talmente piccoli che sembrano dei garage, ma di questo ve ne parleremo in un altro post).
Monastero dei 10000  Buddha
Il Tempio dei 10000 Buddha non è molto ben segnalato, abbiamo letto accuratamente le informazioni per raggiungerlo (le trovate più avanti in questo post). In questa zona ci sono 2 linee della metropolitana con due fermate con un nome molto simile, noi prendiamo quella errata. Usciamo dalla stazione della metropolitana e ci ritroviamo in un bellissimo villaggio poco occidentalizzato. Sembrava di essere nella Cina continentale e a Pechino Express. Chiediamo indicazioni ad una signora che però non parla inglese, decidiamo quindi di seguire il percorso pedonale verso il villaggio di Pai Tau e arriviamo ad un bellissimo ponte, il Lek Yuen Bridge.

Photo Credit: Eli and Fabi

Sottofondo musicale cinese, ideogrammi e un bellissimo giardino orientale. Proseguiamo la nostra passeggiata e arriviamo accanto alla fermata corretta della metropolitana. Attraversiamo il piccolo villaggio di Pai Tau e alle sue spalle, sul monte, il bellissimo Monastero, svoltiamo l’angolo dell’Ikea e arriviamo all’ingresso della scalinata.

Photo Credit: Eli and Fabi

Per raggiungere il monastero bisogna percorrere un bellissimo sentiero circondato da statue di Buddha con espressioni e significati diversi, 10000. Arrivati in cima il bellissimo monastero di un rosso vivo. L’atmosfera che si respira è di tranquillità e rispetto. Abbiamo avuto la fortuna di vedere anche dei monaci a pregare. Visitato il monastero torniamo nel villaggio, non ricco di locali per il pranzo come il centro città, decidiamo quindi di sfruttare il self service dell’ikea, dove facciamo amicizia con una coppia del luogo che ci insegna alcune parole di Cinese Cantonese.
Come raggiungere il Monastero dei 10000 Buddha?
Prendere la metropolitana MTR East Rail verso Sha Tin Station. Arrivati alla stazione seguire le indicazioni per l’uscita 3, prendere la rampa a fianco del capolinea dei bus e raggiungere il livello della strada. Passato il villaggio di Pai Tau sulla sinistra, camminare fino all’incrocio con Pai Tau Street (sulla sinistra si trova il centro commerciale Central Plaza e di fronte la sede dell’Ikea). Seguire Pai Tau Street e prendere la prima strada a destra, Sheung Wo Che Road e seguire questa strada lungo gli uffici governativi di Shatin. Troverete poi un parcheggio multipiano, ala fine della via troverete un piccolo cartello giallo con scritto 10000 Buddha Monastery e da qui iniziano i gradini.
Tsim Sha Tsui
Nel pomeriggio decidiamo di visitare la parte che, secondo noi, è una delle più occidentalizzate di Hong Kong, Tsim tsa tsui. Iniziamo dalla Avenue delle star facendo una bella passeggiata tra le star cinematografiche cinesi, la più famosa è sicuramente quella di Bruce Lee.

Photo Credit: Eli and Fabi

Photo Credit: Eli and Fabi

In questa passeggiata si trova un bellissimo parco giochi per bambini diviso per età, molto carino e ideale per evitare pericoli. La cosa strana di Hong Kong è che molti parchi e zone pedonali si raggiungono con un’ascensore, questa passeggiata è uno di questi. Proseguiamo la nostra passeggiata costeggiando il mare. Da qui si possono ammirare le famose imbarcazioni con le vele rosse ed è possibile raggiungere Hong Kong Island a bordo dello Star Ferry, una delle crociere più economiche al mondo.

Photo Credit: Eli and Fabi

Photo Credit: Eli and Fabi

Da questo molo è partono anche i traghetti per raggiungere le altre isole, tra cui Lantau e la Las Vegas d’Oriente, Macao. Lo skyline visto da qui è molto bello, peccato per i nuvoloni che nascondono le punte dei grattacieli. Ci addentriamo tra le vie più interne ricche di negozi e centri commerciali. Sembra quasi di essere a Londra a Oxford Street. Decidiamo di fare un po’ di windows shopping alla ricerca dei negozi di elettronica.
Terminata l’esplorazione di questa zona torniamo in hotel per la cena e ci prepariamo per l’ultimo giorno del nostro viaggio.
Please follow and like us:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento