Cosa vedere a Dubai: itinerario di 3 giorni con bambini

Nove giorni per visitare due paesi lontani tra loro (Emirati Arabi e Hong Kong) non sono tantissimi, ma sono bastati per immergerci nella cultura araba e in quella cinese.
Il primo paese che abbiamo scelto di visitare è stato Dubai: moderno, ma allo stesso tempo ricco di tradizione. Abbiamo deciso di dedicare tre giorni pieni alla visita di questa metropoli. In questo post troverete il nostro itinerario di tre giorni e i consigli su cosa vedere a Dubai.
Non siamo tipi da spiaggia, quindi per noi, tre giorni sono stati sufficienti per poter entrare nella cultura e nel “mood” del paese. Viaggiando con Little Girl di 14 mesi i nostri ritmi sono stati “lenti” e “babyfriendly”, il tutto è stato organizzato pensando alle esigenze della piccola.

Photo Credit: Eli and Fabi

Dubai è una città amica delle famiglie, in ogni luogo è presente uno spazio per i bambini (nursery, area giochi ecc.), nei ristoranti si trovano facilmente i menù adatti ai più piccoli e i seggioloni, in ogni luogo le persone sono molto gentili e cordiali.

Cosa vedere a Dubai?
Ecco come abbiamo organizzato le nostre giornate.

Giorno 1: Deira, Jumeirah e Dubai Marina
La mattina del primo giorno abbiamo deciso di addentrarci subito nei Souk del quartiere Deira, la parte vecchia della città. Dal nostro hotel di Bur Dubai abbiamo preso un Abra, il taxi acquatico, per attraversare il Creek.

Photo Credit: Eli and Fabi

L’Abra non è molto spazioso ha un asse in centro dove potersi sedere e non ci sono sponde, per fortuna abbiamo un passeggino molto stretto.
Arrivati sull’altra sponda del fiume ci addentriamo nel cuore di Deira: un tripudio di colori e profumi. Iniziamo a camminare lungo il Souk delle spezie, tutti i venditori cercano di venderci i loro prodotti, intanto i nostri occhi si riempono di colori e i nostri nasi restano inebriati dal profumo delle spezie.

Photo Credit: Eli and Fabi

Dal souk delle spezie passiamo a quello dei tessuti, bellissime pashmine decorano le bancarelle dei negozi. Passiamo poi al Souk dei profumi dove un profumo di ambra ci accoglie. Infine raggiungiamo il famossisimo souk dell’oro.
Il souk dell’oro è affollatissimo, pieno di negozi e turisti, soprattutto turisti. Camminiamo ammirando le vistosissime vetrine con gioielli così grandi e così imponenti che non riusciamo ad immaginare che qualcuno li riesca ad indossare.
Nel pomeriggio decidiamo di visitare la parte moderna, e di andare a vedere il Burj al Arab, ovvero l’hotel più lussuoso del mondo.
Decidiamo di prendere la metropolitana fino alla coincidenza del tram e scendere all’ultima fermata di quest’ultimo.
Scesi dal tram decidiamo di camminare (per circa 8km) verso il Burj Al Arab, costeggiando le spiagge. Passiamo accanto a moltissimi residence più o meno lussuosi fino a raggiungere il souk Madinat.
Decidiamo di fare una breve tappa sulla spiaggia immensa. La spiaggia è talmente grande che usano la macchina per arrivare al mare.
Arriviamo poi a Madinat, un bellissimo Souk ricostruito dove trascorrere un pomeriggio di relax tra negozi e bar. Qui potrete gustare dei buonissimi cocktail analcolici alla frutta. Dal Madinat la vista al Burj al arab è spettacolare.

Photo Credit: Eli and Fabi

Il Souk Madinat dista meno di 1 km dalla fermata della metropolitana “Mall of Emirates”.
La sera ci dedichiamo alla scoperta dell’Heritage Village di Bur Dubai.

Giorno 2: Burj Khalifa e Dubai Mall
La mattina ci dirigiamo subito verso il Burj Khalifa, il grattacielo più alto del mondo.

 

Photo Credit: Eli and Fabi

L’accesso è dal Dubai Mall, ma non è molto ben segnalato. Saliamo con l’ascensore fino al 124° piano impiegandoci circa un minuto. Arrivati al piano la vista è spettacolare: “piccoli” grattacieli che sembrano mattoncini delle Lego sulla distesa del deserto, magnifici. Abbiamo visto molte città dall’alto, ma questa è di sicuro la più particolare. Saliamo ancora di un piano a piedi e ammiriamo in lontananza l’hotel fatto a forma di palma, Athlantis the palm. La visita dura circa un’ora e mezza e scesi giù restiamo al Dubai Mall.

 

Photo Credit: Eli and Fabi

Il pomeriggio, mentre Little Girl dorme, visitiamo la bellissima zona delle piscine e la parte interna del centro commerciale. È un’insieme di aree tematiche, qui si trova davvero di tutto:
cascata con i tuffatori, una bellissima opera d’arte,

Photo Credit: Eli and Fabi

– Il souk, una riproduzione di un mercato in pieno stile arabo e lo scheletro di un dinosauro
-il bar/ristorante giungla
– zona dedicata ai cibi dal mondo
l’acquario e lo zoo marino
Non appena Little Girl finisce il suo riposino pomeridiano andiamo a visitare il bellissimo acquario e lo zoo marino (abbiamo acquistato on line un biglietto combinato per il Burk Khalifa e lo zoo marino): un vero paradiso per i bambini.

 

Photo Credit: Eli and Fabi

Per prima cosa si attraversa il bellissimo tunnel ricco di pesci e squali, poi, saliti al piano superiore del Dubai Mall, si entra nell’Underwater zoo. Uno zoo marino con moltissime specie marine e non. È presente anche un’area dedicata agli uccelli notturni.

Photo Credit: Eli and Fabi

Decidiamo di aspettare il tramonto per poter vedere lo spettacolo delle fontane danzanti che è presente ogni giorno dalle 18 alle 23. Per poterlo osservare meglio vi consigliamo di andare a prendere il posto almeno 30 minuti prima dell’inizio. Lo spettacolo dura poco più di 10 minuti, ma è davvero imperdibile.

Photo Credit: Eli and Fabi

Durante la mattina è possibile vedere un piccolo estratto dello spettacolo alle ore 13, bello, ma non emozionante come quello della sera.

Giorno 3: Bur Dubai,Bastakia quartier, Mall of Emirates
Non si può andare a Dubai senza visitare lo Ski Dubai, una pista da sci costruita all’interno del centro commerciale Mall of Emirates. Dal caldo deserto al freddo della neve artificiale. Nello ski Dubai potrete sciare, andare sul bob e vedere i pinguini. Il Mall of Emirates è molto più piccolo del Dubai Mall, ma vale comunque una visita.
Dalla modernità dello Ski Dubai siamo passati al magnifico quartiere di Bastakia. Abbiamo passeggiato tra le stradine del villaggio arabo, visitato alcune botteghe artigiane e poi ci siamo lasciati guidare dall’istinto e abbiamo ammirato questi bellissimi edifici in stile arabo.

Photo Credit: Eli and Fabi

Dal quartiere di Bastakia ci siamo diretti verso il suq di Bur Dubai. A differenza dei mercati di Deira è molto più piccolo e non è divisi per zone tematiche, ma a mio avviso è molto affascinante e gli edifici sono perfetto stile arabo.
Abbiamo concluso così il nostro itinerario di Dubai, convinti che ci torneremo presto.

Please follow and like us:

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. 8 giugno 2018

    […] consigli su cosa vedere a Dubai, potete leggere qui. Se invece volete scegliere un hotel in questa città, leggete questo […]

  2. 21 luglio 2018

    […] Cosa vedere a Dubai: itinerario di 3 giorni con bambini di Eli and fabio on the road […]