Weekend a Bruxelles: cosa vedere

Vi è mai capitato di avere un bel weekend a disposizione, di volerlo utilizzare per un viaggetto carino, vicino e low cost?
A noi sì, qualche anno fa avevamo a disposizione un weekend di agosto e dopo aver visto le offerte sui voli Pisa-Bruxelles con Ryanair non abbiamo avuto dubbi e abbiamo prenotato subito. Una settimana dopo eravamo sull’aereo in direzione Belgio!

Un weekend basta per visitare una città come Bruxelles? La risposta è sì, per vedere le attrazioni principali 2/3 giorni sono sufficienti.
Ecco che cosa non dovete perdervi a  Bruxelles.

Grand-Place e dintorni

Photo Credit: Eli and Fabi

Grand-Place
In questa piazza si trova il cuore di Bruxelles, la Grand-Place è una delle piazze più belle del mondo (secondo noi). Circondata da edifici eleganti in stile italo-fiammingo, con facciate accuratamente rifinite il tutto in perfetta armonia. Se, come noi, decidete di andarci in agosto, vedrete la Grand-Place ricoperta di fiori. Nel mese di agosto viene infatti realizzato un tappeto enorme con piante e fiori che rendono questa piazza ancora più affascinante.
Sulla piazza si affaccia l’Hôtel de Ville, il municipio della città, la sua guglia domina i tetti della città, in cima la Statua di San Michele, patrono di Bruxelles.
Altro edificio gotico è il Musée de la ville/Maison du Roi, all’interno di questo edificio vi è un museo che ripercorre la storia della città e si trova anche una bellissima collezione dei costumi del Manneken-Pis (di questa statua ve ne parleremo tra poco).
Musée du Cacao et du Chocolat
Bruxelles è famosa anche per il cioccolato, passeggiando tra le vie della città vedrete moltissime cioccolaterie con delle vetrine molto invitanti. Questo museo dedicato al cioccolato, vi farà scoprire la storia di questa prelibatezza e la produzione delle celebri pralines: dalla torrefazione delle fave del cacao fino agli stampi dei cioccolatai belgi.

Ilot Sacré
Ilot Sacré, ovvero “Isolotto sacro“, è il quartiere dove ci sono le case con le facciate in mattoni, viuzze medioevali che ricordano antichi mercati (via delle Aringhe, via dei Macelai).

Chiesa di San Nicola
La chiesa dedicata al patrono dei mercanti, circondata da case pittoresche, all’interno la “Madonna con bambino” attribuita a Rubens.

Musée du Costume et de la Dentelle
Un museo dedicato al pizzo. Ve lo consigliamo anche solo per una visita rapida, molto carino con delle realizzazioni molto belle.

Manneken-Pis

Photo Credit: Eli and Fabi

Il famosissimo bambino di Bruxelles. Una scultura di bronzo alta 55cm da vedere ogni giorno, perchè in alcuni giorni dell’anno, a seconda delle ricorrenze, viene vestito con uno dei numerosi abiti che potete vedere al museo che vi abbiamo citato prima. Come trovarlo? Basta seguire la folla della gente.
Centre belge de la bande dessinée, le botanique
Centre belge de la bande dessinée
Bruxelles è famosa anche per i fumetti. Non può mancare la visita al centro belga dei fumetti, il “tempio” del fumetto. Nell’atrio all’ingresso, il famoso razzo di Tintin. Al primo piano è possibile ammirare le tavole dei grandi fumettisti belgi.

Le Botanique

Photo Credit: Eli and Fabi

Volete rilassarvi in un parco? Il piccolo parco situato di fronte alla struttura dell’ex giardino botanico è perfetto per un piccolo stop. Bellissima la serra in ferro e vetro, che oggi ospita mostre, concerti e caffè-teatro.

Place des Martyrs e Rue Neuve
Non lontano da Le Botanique si trova la frenetica Rue Neuve, zona pedonale ricca di negozi e di gente. Percorrendo questa via arriverete a Place des Martyrs. Al centro della piazza il monumento ai martiri della rivoluzione.

Théâtre Royal de la Monnaie
Da non perdere questo bellissimo teatro dalla facciata in stile neoclassico. Qui hanno avuto luogo concerti di artisti internazionali.

Cathédrale Saint-Michel-et-Sainte-Gudule
Cattedrale iniziata nel XIII sec. sui resti di una chiesa romanica e terminata 300 anni dopo.

Facciate a fumetti, Zinneke-Pis

Zinneke-Pis

Photo Credit: Eli and Fabi

Sulle orme del Manneken-Pis, a pochi passi dal mercato coperto di Saint-Géry, si trova la statua di un simpatico cagnolino, sarà amico del Manneken-Pis?

Église Notre-Dame-aux-Riches-Claires
Sono molte le chiese a Bruxelles, ma l’Église Notre-Dame-aux-Riches-Claires richiede una visita. Si tratta di un piccolo gioiello del rinascimento fiammingo in mattoni rossi.

Bourse e Bruxella
Bourse è un edificio neoclassico diventato il cuore commerciale della città. Sotto questo edificio, Bruxella, un’area archeologica che mette in risalto i resti di un convento francescano.

Facciate a fumetti

Photo Credit: Eli and Fabi

Una delle cose più belle da fare a Bruxelles é perdersi tra le sue strade ad ammirare i fumetti dipinti sulle pareti o sui frontoni. Per perdersi tra Lucky Luke, Ric Hochet e molti altri, potete iniziare da Rue de la Buanderie.

Art Nouveau

Musée Horta
Atelier Atelier residenza di Victor Horta, un vero tripudio di arte. Da qui, passeggiando per Rue Africaine e Rue Faider potrete ammirare edifici in stile Art Nouveau.

Place du Jeu-de-Balle
Popolare piazza dei Marolles, dove tutti i giorni si anima il mercato delle pulci.

Palais Royal e dintorni

Place e Plais Royal

Photo Credit: Eli and Fabi

Piazza neoclassica situata di fronte al magnifico Palais Royal (assomiglia un po’ a Buckingham Palace). Il palazzo neoclassico è residenza ufficiale dei reali belgi. Vi consigliamo la visita all’interno. Di fronte al palazzo, un magnifico parco dove trascorrere qualche minuto di relax, il Parc de Bruxelles Warande.
Musée royaux des Beaux-Art e Musée Magritte
Per gli amanti dell’arte consigliamo entrambi i musei, dove potrete ammirare le opere degli artisti fiamminghi e la più grande collezione al mondo di Magritte.

Quartiere europeo e il Parc du Cinquantenaire

Parlamento europeo
Tappa d’obbligo, se andate a Bruxelles, è la visita alla sede del parlamento europeo, un palazzo di vetro dove sono schierate le bandiere degli stati memebri.

Parc du Cinquatenaire

Photo Credit: Eli and Fabi

Parco voluto da Leopoldo II per il cinquantenario del regno. Un bellissimo parco dove trascorrere qualche istante di relax.

Musée du Cinquantenaire
Situato accanto al parco, qui potrete trovare i resti delle culture da tutto il mondo.

Autoworld
Sembre nelle vicinanze del parco, c’è l’ingresso di questo museo di auto d’epoca.

Muséum des sciences naturelles
Uno dei più ricchi musei di storia naturale al mondo. Un museo interattivo, molto bello e curioso.
Questo è quello che siamo riusciti a fare noi, non siamo stati a vedere l’Automium perché il tempo era poco, abbiamo però visitato l’acquario di Bruxelles (siamo amanti degli acquari), piccolo, ma carino.
Qui potete trovare consigli su dove dormire a Bruxelles.

Please follow and like us:

Potrebbero interessarti anche...

3 Risposte

  1. Silia ha detto:

    Che peccato per l’Atomium! Bello di giorno, “spaziale” la notte…☺

  1. 19 gennaio 2018

    […] organizzando un weekend a Bruxelles e non sapete dove […]