Passeggino o babywearing? Cosa portare in viaggio

Photo Credit: Pinterest

Da quando è nata Little Girl, quando ci spostiamo, il baule della macchina è invaso da sue borse, borsette, zaini, zainetti, valigie, borse dei giochi, borsa del passeggino, passeggino borsa frigo con le pappe e chi più ne ha più ne metta.
Viaggiare con i bambini implica raddoppiare, o meglio, quintuplicare i bagagli, anche perché, noi mamme siamo molto apprensive: “se poi vuole giocare con quello, se poi fa freddo, se poi fa caldo, se poi mentre siamo in un museo ha sonno” eccetera eccetera eccetera, quindi finiamo per portare tutta la casa, tutti i giochi, tutto l’armadio della bambina (dimenticando di portare le scarpe di ricambio per noi). Il marito, poverino, cerca di caricare tutto in macchina nel migliore dei modi, incastrando tutto alla perfezione e alla fine, passata l’ultima borsa ci chiede “é l’ultima?” e noi con lo sguardo un po’ da “gatto con gli stivali di Shrek” rispondiamo “manca il passeggino”, e vedi il volto di tuo marito che cerca di incastrare il passeggino tra tutte le borse.
Il passeggino occupa moltissimo spazio, specialmente quelli del Trio che sono poco compatti anche se all’inizio sono molto comodi per i bambini dai 5/6 mesi in poi.
Se siete in partenza per una settimana di relax al mare o in montagna e non prevedete di usare la macchina, il gioco ad incastro va bene, anche perché una volta arrivati a destinazione, scaricherete il passeggino e lo utilizzerete per le passeggiate. Con il passeggino il bambino ha i suoi giochini, si può riposare (si può distendere), ovviamente sto parlando dei primi passeggini, non quelli piccoli, compatti che occupano poco spazio, anche perché quest’ultimi sono adatti per i bambini più grandi e non per i neonati.
Se state partendo per una vacanza on the road o comunque che preveda più tappe e visite e se avete un bambino/a piccolo/a (dai 0 ai 12 mesi) che ancora non cammina, allora il mio consiglio da mamma è il babywearing. Durante la nostra vacanza da “esploratori” sul Lago di Bolsena, siamo andati a visitare la bellissima Orvieto, avendo il passeggino “pesante e ingombrante” e avendo lasciato la fascia porta bebè a casa non abbiamo visitato la città sotterranea (non accessibile ai passeggini purtroppo).

Cos’è il babywearing?
Ve lo spiego in breve, si tratta di trasportare il vostro piccolo con un supporto confortevole, semplicemente indossando.
Ci sono diversi tipi di supporto, quando siete lì per acquistarlo informatevi sempre da quando è fino a quando può essere usato; molti sono adatti sin dalla nascita fino ai 9kg, altri dai 6 mesi in poi. Cercate di prenderne uno adatto a più posizioni (sulla pancia della mamma, laterale e sulla schiena.

Perché usare il babywearing in viaggio?
Prima di tutto perché occupa poco spazio ed è leggero, in secondo luogo il vostro bambino si sentirà “protetto” a contatto con voi (mi rivolgo anche ai papà) e quindi non vi troverete a dover spingere il passeggino vuoto mentre voi o vostro marito porterà il piccolo in braccio (già fatto è già visto fare). Il vostro bambino potrà anche dormire e sarà in una posizione comoda.

Quale scegliere?
Ci sono molti supporti per il baby wearing e molti siti dedicati, io vi voglio solo riportare i principali supporti, poi in base alle vostre esigenze esigenze necessità potrete approfondire la conoscenza di questi supporti direttamente sui siti internet dedicati. Le info che trovate qui sono state prese da internet e riviste.

Fascia elastica
Adatta sin dalla nascita, é una fascia in jersey di cotone molto lunga, consente la posizione fisiologica del bambino, adatta fino a circa 9kg, dipende dalla casa produttrice (la mia è fino a 9kg).

Fascia rigida
È un telo di stoffa lungo di cotone o cotone misto e va bene dalla nascita per tutto il percorso del baby wearing (fino a 23/36 mesi)

Fascia ad anelli
Detta anche ring sling, è indicata per quando il bambino sostienet la testa e consente la posizione laterale.

Mei tai
È molto usato in Asia, ed è un incrocio tra il marsupio e la fascia.
Marsupio ergonomico
È un supporto strutturato con fibbie che si regolano. Alcuni sono adatti soprattutto dai 6 mesi in poi.

Vi consiglio di scegliere il vostro babywearing in base alle vostre esigenze.

Please follow and like us:

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. 5 ottobre 2017

    […] slow è con molto tempo dedicato ai giochi, alla scoperta di fiori e animali e riposini nel marsupio sulla schiena del […]