Giordania on the road – prima tappa: arrivo ad Aqaba

Photo Credit: Eli and Fabi

Adoriamo il fai da te, ma per alcune mete, come ad esempio la Giordania, abbiamo preferito affidarci ad un’agenzia viaggi.
Ricordo ancora il momento in cui siamo stati in agenzia a prenotare il nostro primo viaggio fuori dall’Europa e le prime impressioni sono davvero positive.
La Giordania ci affascinava da tempo, la curiosità di vedere Petra, l’incontro con la cultura della penisola arabica.
Dalla prenotazione in agenzia, al viaggio il tempo era molto ristretto: un mese. Un mese in cui dovevamo fare i passaporti, informarci sulle cose da vedere (abbiamo prenotato un tour con I Viaggi del Turchese che lasciava molto tempo libero a disposizione) e su cosa mangiare.
Per questo viaggio abbiamo utilizzato la guida della Touring, molto ben fatta, con molte informazioni.
E finalmente arrivò il giorno della partenza.
Era marzo, in Italia faceva molto freddo, e noi siamo partiti con giubbotto pesante e strati di vestiti pronti ad ogni temperatura.
Lo spettacolo che abbiamo visto dal finestrino dell’aereo, sorvolando la Giordania è incredibile: monti color ocra illuminati dal sole.

Scesi dall’aereo siamo stati subito “investiti” da un vento caldissimo e da avere il giubbotto ci siamo ritrovati in maniche corte.
Sistemato nella camera dell’hotel decidiamo di dedicare il pomeriggio ad una prima scoperta della città.
Sin dal primo approccio, ci siamo resi conto di quanto il popolo della giordania sia gentile e disponibile.
Decidiamo quindi di esplorare il lungomare. Aqaba si affaccia sul Mar Rosso, belle spiagge libere e subito vicino alla spiaggia si trovano moltissimi orti che “decorano” questa passeggiata.
Dove dormire ad Aqaba? Ecco alcune idee.
Continua…
Photo: Eli and Fabi

Please follow and like us:

Potrebbero interessarti anche...